testata per la stampa della pagina
anagrafe

Si riporta l'articolo del dott. Romano Minardi da notizie flash Anusca di particolare interesse per i Servizi Demografici:

"Stranieri richiedenti la protezione internazionale: attribuzione del codice fiscale

L'Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Tecnologie e Innovazione - Settore Basi Dati - Ufficio Archivio Anagrafico - ha diramato la comunicazione di servizio n. 8 che presenta profili di interesse anche per gli uffici anagrafe dei Comuni.

Si tratta dell'istituzione di una apposita modalità di attribuzione del codice fiscale con procedura telematica da parte di Questura/Polizia di frontiera, destinata ai soli cittadini stranieri "richiedenti" la protezione internazionale. In pratica, viene rilasciato un codice fiscale provvisorio numerico che verrà convertito in codice fiscale alfanumerico definitivo solo in caso di determinazione di accoglimento della domanda di protezione internazionale. L'innovazione mira a raggiungere un duplice risultato, e cioè quello di consentire a tale tipologia di cittadini stranieri di iscriversi immediatamente al Servizio sanitario Nazionale e di svolgere attività lavorativa, e quello di evitare l'attribuzione del codice fiscale definitivo a chi non ottenga il riconoscimento dello status di titolare di protezione internazionale.
Ovviamente, salvo diversa disposizione, l'ufficio anagrafe registrerà anche il codice fiscale provvisorio, se in possesso del cittadino straniero. 

Romano Minardi - ESPERTO ANUSCA"

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Prossimi corsi in programma: