testata per la stampa della pagina

La Storia

 
 
 

A.N.U.S.C.A. (Associazione Nazionale Ufficiali di Stato Civile e d'Anagrafe) si è costituita nel 1980 a Castel San Pietro Terme (BO) allo scopo di consentire agli Operatori dei Servizi Demografici di avere un supporto che ne facilitasse i collegamenti con i superiori Organi Istituzionali e di partecipare a varie forme di aggiornamento professionale. Per rispondere a queste esigenze l'A.N.U.S.C.A. si è sviluppata a livello nazionale creando, in tutte le province, solide basi rappresentative.
Aderiscono all'Associazione sia i singoli Operatori che le Amministrazioni comunali. Gli scopi e le finalità dell'A.N.U.S.C.A., prontamente recepiti dal Ministero dell'lnterno, della Giustizia e dall'ANCI, si sono con il tempo affermati nello specifico settore della formazione professionale dove l'Associazione gode dei più ampi ed estesi riconoscimenti ufficiali.


Nel 1983 l'Associazione è riuscita a fare inserire nella legge finanziaria la costituzione di un fondo nazionale per la formazione professionale degli Ufficiali di Stato Civile ed Anagrafe a cui i Comuni versano la quota del 10% sui diritti di stato civile incassati e che dal 1998 il Governo finanzia ulteriormente con proprie risorse. Nel 1985 sono iniziati in Italia i primi corsi professionali molti dei quali sono gestiti dall'A.N.U.S.C.A., dopo la firma di apposite convenzioni.
L'ANUSCA organizza annualmente decine di convegni provinciali e regionali nonché un Convegno Nazionale sulle tematiche del settore al quale partecipano migliaia di amministratori ed operatori demografici.


L'Associazione nel 1987 ha organizzato con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, nel quadro del programma del Governatore Mario Cuomo "Due Case, una Tradizione" una visita agli archivi della città di New York con una delegazione di Operatori Demografici guidata dal Direttore Generale del Ministero dell'lnterno e nel 1989 una visita con una delegazione di 30 Sindaci italiani per dibattere, con i colleghi americani, problemi di comune interesse. Nell'aprile 1991 una Delegazione dell'A.N.U.S.C.A. grazie all'interessamento del Consolato d'ltalia di Parigi ha visitato il Comune dl Boulogne-Billancourt per verificare l'utilizzo del Minitel ed approfondire la conoscenza del sistema elettorale francese. In data 26/10/1993 l'ANUSCA ha sottoscritto con l'Associazione "Les Amis du Jumelage" della città di Boulogne-Billancourt un protocollo d'accordo per lo scambio di esperienze professionali fra funzionari di Comuni Francesi e Italiani.
Nel 1994 è stato sottoscritto tra il Ministero dell'lnterno, l'lSTAT e l'ANUSCA un Protocollo d'lntesa per l'organizzazione di incontri di studio per gli operatori anagrafici per la corretta tenuta delle anagrafi.
Nelle giornate dal 30 novembre al 2 dicembre 1998, l'Associazione ha ospitato la Sottocommissione per l'informatica CIEC (Commissione Internazionale dello Stato Civile), a cui hanno partecipato rappresentanti di dieci Paesi europei. Nell'ambito dei lavori è stata effettuata la prima sperimentazione in Europa per la trasmissione telematica di atti di stato civile sicurizzati con la firma digitale fra la sede ANUSCA e la Città di Amsterdam.
ANUSCA, assieme all'Ambasciata italiana di Berlino, al Consolato d'Italia di Saarbruken, dal 1997 collabora e partecipa all'annuale Convegno Internazionale sullo stato civile presso l'Accademia europea di Otzenhausen (Germania).
Con decreto del Ministero dell'Interno in data 19 luglio 1999 l'ANUSCA è stata eretta in Ente Morale.
In data 19/5/2000 ANUSCA, insieme alle Associazioni professionali di Austria, Germania, Olanda e Polonia ha dato vita all'Associazione Europea delle Ufficialesse e Ufficiali di Stato Civile (EVS), che ha sede a Bad Salzschlirf presso l'Associazione Tedesca, a cui hanno dato successivamente la loro adesione Svizzera, Belgio, Slovacchia e Slovenia.


Nel nuovo Regolamento per l'Ordinamento dello Stato Civile approvato dal Consiglio dei Ministri nella seduta del 18 ottobre 2000 all'art. 4, comma 1, è istituzionalizzato il ruolo dell'Associazione nazionale di categoria degli ufficiali di stato civile, indicata oltre all'ANCI, tra gli Enti da consultare per quanto riguarda la formazione professionale.
Con il D.L. 27/12/2000 n.392 (art.1-ter) convertito in legge n.26 in data 28 febbraio 2001 "il Ministero dell'Interno è autorizzato a concedere un contributo straordinario di lire 1 miliardo, come limite di impegno decennale, a decorrere dall'anno 2001, in favore dell'Associazione nazionale ufficiali di Stato Civile e d'Anagrafe (ANUSCA), eretta Ente Morale con decreto del Ministero dell'Interno del 19 luglio 1999, per la costruzione di un fabbricato da adibire a sede dell'accademia per gli ufficiali di Stato Civile". Si tratta di un riconoscimento che individua in ANUSCA il punto di riferimento nazionale per la formazione e l'aggiornamento professionale.I lavori sono iniziati a settembre 2002 con un primo intervento che prevede la costruzione di una palazzina per la sede dell'Accademia ed un secondo edificio che sarà adibito ad aule didattiche e informatiche ed uffici. L'inaugurazione avverrà nel settembre 2003. Nel secondo intervento si prevede la realizzazione di una foresteria ed un centro congressi polivalente i cui lavori inizieranno entro il 2003. Il 18 e 19 giugno 2001 si è svolto a Castel San Pietro Terme il 1° Congresso dell'Associazione Europea degli ufficiali di stato civile (EVS), il 2° si è svolto nei giorni 7-8 maggio 2002 a Strykow(Polonia) ed il 3°si è tenuto a Graz (Austria) nei giorni 26 e 27 maggio 2003.


Nel 2002 l'ANUSCA ha attivato alcune collaborazioni che hanno consentito di sviluppare nel 2003 diversi progetti innovativi : "il domicilio virtuale del cittadino", nato da una idea ANUSCA , sviluppato da Postecom ed attivato presso il comune di Cesena, che consiste nell'assegnare ad ogni cittadino che ne faccia richiesta un indirizzo di posta elettronica identificata; il manuale delle procedure dei servizi anagrafici in collaborazione con il Comune di Bergamo ed Easy Net, una Banca Dati contenente tutta la legislazione sui Servizi Demografici , le circolari ministeriali, tutta la documentazione sulle innovazioni tecnologiche riguardanti la P.A.
ANUSCA, inoltre, dopo l'esperienza maturata con un gruppo di 32 Comuni nella prima fase della sperimentazione della Carta d'Identità Elettronica continua in questo impegno e coordina un gruppo di comuni ammessi alla fase. CIE 2 in collaborazione con i comuni People-CIE 2. ANUSCA è partner nel progetto di e-government People.
L'11 giugno 2003 l'Anusca S.r.l ( Socio Unico ANUSCA) ha sottoscritto con la Regione Basilicata una Convenzione con la quale la Regione stessa mette a disposizione gratuitamente per tutti i Comuni i Servizi Telematici innovativi attivati da ANUSCA ,compresa la formazione e l'assistenza per tali servizi.

L'Associazione pubblica il mensile "NotiziarioANUSCA", il trimestrale "ANUSCA Informa" ed è presente sul web con il proprio portale www.anusca.it. E' inoltre attivo su diversisocial network.
L'informazione ANUSCA è completata dalla newsletterANUSCALetter un giornale elettronico quindicinale e ANUSCAFlash per unainformazione puntuale e tempestiva sulle principali novità del settore.