testata per la stampa della pagina

Quesito della Settimana

 
 
 

Ogni settimana Anusca propone un quesito scelto tra i più interessanti risolti dai nostri Esperti. Ricordiamo che fra i servizi per i Soci Individuali e i Comuni iscritti in Quota D è disponibile l'Archivio Quesiti Risolti: una banca dati di migliaia di risposte degli esperti Anusca sempre aggiornata e in quotidiano arricchimento.
CLICCA QUI per consultare l'Archivio Quesiti Risolti

 
 
 
 

 
 
 

Assegnazione seggio a disabile

 

DOMANDA:

 

Si chiede un parere in merito alla richiesta di un elettore, affetto da invalidità civile al 100%, che deambula a fatica, di cambiare seggio elettorale.










 
 
 

RISPOSTA (a cura di Sergio Santi):

 

Secondo quanto disposto dall'art 36, 1° comma, del T.U. n. 223/1967 «Il cittadino iscritto è assegnato alla sezione nella cui circoscrizione ha, secondo l'indicazione della lista generale, la propria abitazione.»

Il seggio di assegnazione non può quindi essere modificato, ma la situazione di disagio dell'elettore può essere superata ricorrendo alla facoltà riconosciuta dall'art. 1 della legge n. 15/1991, che riporto:
«1. In attesa che sia data piena applicazione alle norme in materia di eliminazione delle barriere architettoniche, che sono di ostacolo alla partecipazione al voto degli elettori non deambulanti, gli elettori stessi, quando la sede della sezione alla quale sono iscritti non è accessibile mediante sedia a ruote, possono esercitare il diritto di voto in altra sezione del comune, che sia allocata in sede già esente da barriere architettoniche e che abbia le caratteristiche di cui all'articolo 2, previa esibizione, unitamente [al certificato elettorale] alla tessera elettorale, di attestazione medica rilasciata dall'unità sanitaria locale anche in precedenza per altri scopi o di copia autentica della patente di guida speciale, purché dalla documentazione esibita risulti l'impossibilità o la capacità gravemente ridotta di deambulazione.»

Riassumendo, se l'interessato è in possesso di un'attestazione rilasciata da una struttura PUBBLICA (ASL, INAIL, INPS...), dalla quale risulta «l'impossibilità o la capacità gravemente ridotta di deambulazione», potrà esercitare il diritto di voto in qualunque sezione del Comune, consegnando copia dell'attestazione al Presidente del seggio, che dovrà prenderne nota e allegarla al Verbale delle operazioni.














 
 
 
 

 
 
 

Questo quesito è stato liberamente tratto da uno dei quesiti a cui gli Esperti ANUSCA rispondono on line a tutti gli associati.
Nel caso in cui gli utenti ravvisassero degli errori o delle imprecisioni, sono pregati di comunicarlo via mail a: coordinamentoquesitionline@anusca.it