testata per la stampa della pagina
anagrafe

Con l'entrata in vigore  dal 1░ gennaio 2012 delle nuove norme in materia di "Decertificazione"  amministrativa che prevedono, fra l'altro, che  tutti i certificati rilasciati dalla PA  devono riportare, a pena di nullitÓ, la frase "Il presente certificato non pu˛ essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi" (il rilascio di certificati privi di questa frase, costituisce  "violazione dei doveri d'ufficio"),  i primi esiti di un monitoraggio sulla riduzione dei certificati  hanno portato a stimare una riduzione "pari ad almeno 24 milioni di certificati anagrafici e di stato civile per l'anno 2012".
Casi particolari:
"DURC e certificazioni antimafia.
Il documento unico di regolaritÓ contributiva (DURC) e le certificazioni antimafia non possono pi¨ essere richieste alle imprese, ma sono sempre acquisite d'ufficio dalle pubbliche amministrazioni e dai gestori di servizi pubblici".
Certificati per l'immigrazione.
Ai cittadini extracomunitari non sono pi¨ richiesti i certificati per le procedure connesse alle leggi sull'immigrazione (permessi di soggiorno, ricongiungimenti familiari, ecc.). Saranno le amministrazioni ad acquisire d'ufficio la prescritta documentazione.
La disposizione entrerÓ in vigore a partire dal 1░ luglio 2013 in modo da consentire alle amministrazioni competenti di organizzarsi.
Certificati da presentare all'autoritÓ giudiziaria.
L'autoritÓ giudiziaria pu˛ richiedere ai cittadini le certificazioni nell'ambito dei procedimenti giurisdizionali".
Per approfondimenti si rimadna al sito della Funzione Pubblica

 
 
 
Valentini Alessio.