testata per la stampa della pagina
anagrafe

Con circolare n. 13  Prot.n.7705 , del 11 ottobre 2011 l'Istat detta le modalità per effettuare l'accertamento della violazione dell'obbligo di risposta al 15° censimento della popolaizone e delle abitazioni nei confronti dei cittadini che si rifiutano di fornire i dati richiesti mediante la compilazione del questionario di censimento. Il procedimento di accertamento e' di competenza del Responsabile dell'UCC: in caso di rifiuto da parte del rispondente, il rilevatore è tenuto ad informare o il proprio coordinatore comunale, ove nominato, oppure direttamente  il responsabile dell'UCC; il coordinatore o il responsabile dell'UCC assumerà le ulteriori iniziative ritenute opportune per sollecitare la collaborazione della famiglia o della convivenza; in caso di ulteriore rifiuto, il rilevatore o il coordinatore comunale, tramite apposita relazione scritta (allegato 1 della citata circolare "Fac simile relazione del rilevatore), lo comunica al  responsabile dell'UCC affinché questi possa avviare il procedimento di accertamento dell'illecito amministrativo in materia statistica. Per quanto attiene le modalità e i tempi per l'accertamento, la contestazione della violazione si rimanda alla citata circolare n. 13/2011, alla quale l'Ista ha predisposto ed allegato oltre il fac simile di relazione (citato allegato1) anche i  fac simile di diffida ad adempiere (allegato 2) e il fac simile "Verbale di accertamento della violazione dell'obbligo di fornire i dati statistici" (allegato 3).