testata per la stampa della pagina
altro

I documenti emessi da paesi stranieri da inviare in Cina devono essere, per le norme vigenti nel predetto  Paese, "certificati dall'Ambasciata Cinese nel paese dopo che è stata apposta l'autenticazione notarile e la certificazione da parte dell'agenzia competente del paese straniero in cui il documento è stato rilasciato".
Come precisato sul sito dell'Ambasciata Cinese:
"questa attività verrà svolta dai Consolati Cinesi o altri Enti all'estero incaricati dal Ministero degli Affari Esteri Cinese di curare l'autenticazione consolare. L'autenticazione consolare è un'attività per confermare l'autenticità del timbro e della firma su un documento straniero. Non è responsabile dell'autenticità e della legalità del contenuto del documento stesso. L'ente emittente è responsabile del contenuto del documento. L'Ambasciata e il Consolato Cinese in Italia effettuano la Legalizzazione Consolare solo sui documenti che sono stati autenticati dal Governatore provinciale italiano (Prefettura) o dalla Procura della Provincia , per confermare l'autenticità del timbro di autenticazione e della firma ufficiale".
Fonte: sito Ambasciata cinese ("Procedura per la richiesta di Legalizzazione Consolare") al quale si rimanda per approfondimenti 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Prossimi corsi in programma: