testata per la stampa della pagina
privacy

"Le norme in materia di protezione dei dati (come il regolamento generale sulla protezione dei dati) non ostacolano l'adozione di misure per il contrasto della pandemia di coronavirus. La lotta contro le malattie trasmissibili Ŕ un importante obiettivo condiviso da tutte le nazioni e, pertanto, dovrebbe essere sostenuta nel miglior modo possibile. ╚ nell'interesse dell'umanitÓ arginare la diffusione delle malattie e utilizzare tecniche moderne nella lotta contro i flagelli che colpiscono gran parte del mondo. Il Comitato europeo per la protezione dei dati desidera comunque sottolineare che, anche in questi momenti eccezionali, titolari e responsabili del trattamento devono garantire la protezione dei dati personali degli interessati. Occorre pertanto tenere conto di una serie di considerazioni per garantire la liceitÓ del trattamento di dati personali e, in ogni caso, si deve ricordare che qualsiasi misura adottata in questo contesto deve rispettare i principi generali del diritto e non pu˛ essere irrevocabile. L'emergenza Ŕ una condizione giuridica che pu˛ legittimare limitazioni delle libertÓ, a condizione che tali limitazioni siano proporzionate e confinate al periodo di emergenza".
Adottata in data  19 marzo 2020  dal Comitato europeo per la protezione dei dati - EDPB una dic
hiarazione sul trattamento dei dati personali nel contesto dell'epidemia di COVID-19 pubblicata su sito del Garante per la protezione dei dati personali.


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Prossimi corsi in programma: